Se il seme non muore, 1953

Se il seme non muore, 1953 (If the Seed survives) is a short documentary film produced during the European Recovery Plan (Marshall plan). The movie documents the reforestation of the Italian landscape, one of the main topic of the plan. I selected three frames from the original video that depict an harmful bacteria that damaged the Italian chestnuts (who were substituted by Georgian chestnuts) and I realized these images of bacteria on panels of chestnut, mixing together two elements of the inner life of a tree: tannin and resin. The first one is the natural antibacterial of the tree, and it was used after WWII as a medium for the film made of celluloid.

Se il seme non muore, 1953 trae origine dall’omonimo docufilm di propaganda che racconta il rimboschimento del suolo italiano attuato durante il piano Marshall. Dalla pellicola originaria ho selezionato tre inquadrature di un batterio nocivo visto al microscopio che ha reso necessaria la sostituzione degli alberi di castagno italiano con quello americano. I tre frame sono stati riprodotti su tavole di legno di castagno utilizzando tannino e resina, due elementi naturalmente prodotti dall’albero, che generano un cortocircuito in quanto il tannino era usato come collante e protettivo per la celluloide nelle pellicole dell’epoca ed è al contempo un elemento antibatterico dell’albero.

2017

tannin and resin on chestnut wood
3 elements, 80 x 60 cm each (80 x 180 cm all together)

Date
Category
2017