Ogni cosa rappresa – solo show

Il progetto concepito per CAR DRDE si sviluppa a partire dal gesso di Bologna: un minerale che combina arti visive, storia e paesaggio.

La mercificazione di questo minerale l’edificazione della città sono strettamente legate, così come la configurazione del paesaggio circostante (costellato di miniere di gesso) e il suo utilizzo nella pittura, in quanto il gesso in polvere, un prodotto ottenuto dal gesso minerale o selenite, è la base per l’imprimitura delle tele nella pittura ad olio.

Partendo da un cristallo di selenite, estratto durante gli anni ’60 dalla Vena del gesso Romagnola, I lavori in mostra si articolano su diverse possibili declinazioni in cui la presenza del gesso viene esibita e nascosta al contempo, ponendo al centro del percorso narrativo la riflessione sulla relazione fra immagine e soggetto rappresentato.
Il gesso è perciò il soggetto invisibile su cui l’immagine dipinta è sospesa, uno strato intermedio e necessario fra colori e tela.

“Ogni cosa rappresa” è il significato etimologico della parola cristallo, si riferisce così sia al soggetto dei lavori presentati nella mostra che alla pittura in quanto tale che investigando se stessa cerca di cristallizzarsi e rapprendersi.

The project conceived for CAR DRDE gallery develops from the chalk of Bologna. A mineral that combines visual art, History and landscape.

The commodification of this material and the building of the city have been strictly connected, as well in the shaped of the surrounding landscape (full of chalk mines) and in its employed in the painting, because the powder of chalk, a product obtained from the mineral gesso or selenite, is the basis for priming in oil painting technique.

Starting from a selenite crystal, extracted in the ’60s from Vena del gesso Romagnola, the exhibited works are articulated on various possible declinations to show and deny the presence of chalk, placing at the center of the narrative path the reflection on the relationship between image and subject represented, that the chemical transformation from selenite to gypsum powder. Gypsum is therefore the invisible subject on which the painted image stands, the intermediate and necessary layer between colors and canvas.

Ogni cosa rappresa, etymological meaning of the word crystal, is thus referred both to the subject of the works presented in the exhibition and to the painting as such, which by investigating itself tries to grow and crystallize

 

Ogni cosa rappresa

2018
CAR DRDE, Bologna

Date
Category
2018